Un’altra Mari.

«A me però sembra più naturale il contrario, che quando si muore non ci sia più nulla,» obietta Mari. «Già, forse perché tu spiritualmente sei forte.» «Io?» Korogi annuisce. «Dai l’impressione di essere sicura di te, di sapere quello che vuoi.» Mari scuote la testa. «No, ti sbagli. Non sono affatto sicura di me. Da piccola non avevo nessuna fiducia in me stessa, ero timidissima, e infatti anche a scuola i miei compagni mi facevano sempre cose atroci. Ero la vittima ideale. La sensazione che provavo in quei momenti, ce l’ho ancora dentro. La rivivo spesso in sogno.» «Sì, però col tempo, sforzandoti, a poco a poco sei riuscita a vincerla quella sensazione, no? A liberarti del brutto ricordo di quell’epoca.» «Poco alla volta. Poco alla volta. Sì, sono quel genere di persona. Sono una che si sforza,» ammette Mari. «Una che ce la mette tutta, da sola? Infaticabilmente?» «Sì.» «Be’, io penso che sia una cosa magnifica, riuscire a farlo.» «Sforzarsi, vuoi dire?» «Voglio dire «riuscire» a sforzarsi.» «Anche senza avere altri meriti speciali?» Korogi non risponde: si limita a sorridere. Mari riflette sulle parole di Korogi. «Ci ho messo del tempo,» dice poi, «ma a poco a poco ho costruito una sorta di mondo mio, di questo sono convinta. Quando sono da sola in quel mio mondo, in una certa misura mi sento tranquilla. Però il fatto stesso che sia stato necessario costruirmi questo mondo, è la prova che ero una persona debole, che venivo ferita facilmente. Inoltre questo mio mondo, visto dal resto della società, è qualcosa di insufficiente, di precario. Come una casa di cartone, che alla prima folata di vento viene spazzata via…»

Haruki Murakami, After Dark

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...