Quale direzione.

Non c’è mai modo di sapere
che direzione prenderà la vita,
non sappiamo
chi sopravviverà alla giornata
e chi soccomberà,
non sappiamo se l’ultimo saluto diventerà un bacio,
una parola amara,
uno sguardo che ferisce,
basta un attimo di disattenzione,
ti dimentichi di guardare a destra
e sei morto e allora
è troppo tardi per ritirare le parole offensive,
troppo tardi per chiedere scusa,
troppo tardi per dire le cose che contano,
le cose che vorremmo dire
ma che non riusciamo a esprimere
a causa del rancore,
della stanchezza della quotidianità,
del tempo che manca,
dimentichi di guardare a destra e non ti vedo più,
e le ultime parole che mi hai detto
continueranno a riecheggiarmi dentro
per tutti i miei giorni e le mie notti,
e il bacio che avresti dovuto ricevere
mi si seccherà sulle labbra,
diventerà
una ferita
ogni volta che altri mi baceranno.

Jon Kalmann Stefansson, Il cuore dell’uomo

image

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...